Safety Park: 10 anni al servizio della sicurezza in strada

  • 27.05.2018
  • Comunicato stampa

Giornata delle porte aperte

Inaugurato a maggio 2008, il Safety Park di Vadena compie 10 anni, e per celebrare al meglio il compleanno del centro di guida sicura oggi (27 maggio) è stata organizzata una giornata delle porte aperte alla quale ha partecipato anche l'assessore provinciale alla mobilità, Florian Mussner. Al centro dell'attività del Safety Park, da sempre, c'è la sicurezza di tutti gli utenti della strada e di tutti i mezzi con i quali si muovono: auto, moto, camion, bici, scooter o trattore. "Tutti siamo responsabili del nostro comportamento nel traffico stradale - ha sottolineato Mussner - grazie ai suoi corsi di formazione il Safety Park prepara gli automobilisti, e non solo, a riconoscere le situazioni di pericolo e ad affrontarle nella maniera corretta". Secondo gli studi più recenti, l'88% degli incidenti avviene per errore del conducente, e in Alto Adige (oltre 12mila neo-patentati all'anno a fronte di circa 23mila esami) i dati ASTAT relativi al 2016 parlano di 1.752 incidenti con 38 decessi e 2.293 persone ferite. Secondo Mussner, uno dei pilastri dell'attività di sensibilizzazione alla sicurezza riguarda le giovani generazioni: "negli ultimi 10 anni il Safety Park ha ospitato oltre 20mila bambini e ragazzi - ha detto l'assessore - insegnando loro a tenere un comportamento corretto quando si spostano a bici o a piedi".

Dal 2008 ad oggi, sono ben 27mila le persone che hanno frequentato uno dei corsi di guida sicura offerti dal Safety Park, "e nel corso dell'ultimo anno - spiega la direttrice Giovanna Valentini - una delle offerte maggiormente apprezzate è quella dei corsi di guida compatti durante i quali non ci si limita agli aspetti teorici, ma si affrontano anche una serie di prove pratiche: dalle frenate d'emergenza, in tutte le condizioni, alle guide con sotto- e sovrasterzo". Il sindaco di Vadena, Alessandro Beati, ha lodato l'impegno del centro per la sicurezza stradale, ma ha chiesto ulteriori interventi per quanto riguarda l'inquinamento acustico. A tal proposito, Mussner ha ribadito che "da anni il Safety Park sta lavorando ad un miglioramento di tutte le infrastrutture tecniche, e anche il sempre maggiore utilizzo di veicoli elettrici può contribuire a migliorare la situazione per quanto riguarda il rumore". Durante la giornata delle porte aperte è stato possibile visitare la struttura di Vadena, gli istruttori sono stati a disposizione per dare consigli e indicazioni utili, e sono state organizzate delle prove pratiche a bordo di go-kart, e-bike e altri mezzi.

Social wall

SAFETY PARK SUI SOCIAL MEDIA
by