S.O.S. Zebra

  • 11.09.2018
  • Novità

Tanti corsi anche al Safety Park

Uno sguardo a sinistra, uno sguardo a destro, e poi si attraversa. Questo il motto dell'undicesima edizione di SOS Zebra, campagna di sensibilizzazione per la sicurezza dei pedoni che riaccende i motori in concomitanza con l'inizio dell'anno scolastico. Per la terza volta, oltre a Servizio strade, Ripartizione mobilità e Safety Park, l'iniziativa coinvolge anche la Provincia di Trento e su tutta la rete stradale delle due province autonome, dunque, campeggeranno i cartelli con le due zebre che invitano a prestare particolare attenzione al cosiddetto angolo cieco. La nuova brochure informativa punta sulla sensibilizzazione nei confronti di bambini e ragazzi, invitandoli ad attraversare sulle strisce pedonali solo nel momento in cui auto, bus, camion, moto o bici provenienti da entrambe le direzioni si sono fermate. A proposito di bambini, assieme all'associazione provinciale artigiani APA e all'Ökoinstitut, nell'ambito di SOS Zebra è stato ideato un progetto che coinvolge gli alunni che vanno dalla terza elementare alla seconda media, e che consente di sperimentare le situazioni di pericolo anche dal punto di vista del guidatore sedendo sul sedile del passeggero anteriore.

Tutti i progetti, e sono davvero tanti, verranno proposti sia sul territorio, in tutti i comprensori dell'Alto Adige, sia al Safety Park, e le iscrizioni potranno avvenire tramite le scuole. Il materiale informativo verrà distribuito dall'Ökoinstitut presso le singole scuole e negli uffici pubblici, la nuova edizione della brochure SOS Zebra con tutti i dettagli della campagna di sensibilizzazione è disponibile sui portali web della Provincia dedicati al tema della mobilità e delle strade. Durante lo scorso anno scolastico, sono stati 2.724 i bambini e i ragazzi di tutte le scuole di ogni ordine e grado (da quelle dell'infanzia alle superiori), che hanno partecipato alle iniziative di SOS Zebra. Un ruolo fondamentale, per il buon svolgimento della campagna, è il coinvolgimento attivo della polizia municipale, che partecipa a diversi progetti.

Secondo le ultime rilevazioni dell'Istituto provinciale di statistica ASTAT, durante lo scorso anno si sono verificati in Alto Adige 1.660 incidenti con persone ferite o decedute, una media di 4,5 al giorno. Il numero dei morti è stato di 30 nel corso del 2017, 8 in meno rispetto all'anno precedente, mentre i feriti hanno toccato quota 2.169. In tutti questi incidenti sono stati coinvolti 252 pedoni, di cui 245 feriti e 7 morti. Il 48,4% dei pedoni infortunati riguarda anziani con 65 anni o più, ed il 15,5% ragazzi di meno di 18 anni. Troppo spesso le cause di questi incidenti sono collegati a delle disattenzioni evitabili con un comportamento più prudente, ed è proprio in questo settore che la campagna SOS Zebra punta a migliorare la situazione. Per quanto riguarda il consumo di alcol o di altre sostanze prima di mettersi alla guida, dal 2016 le norme sono diventate più severe, e già da quell'anno, secondo l'ASTAT, in Alto Adige si è giunti ad una quota di 624 patenti ritirare per guida in stato di ebbrezza.

Social wall

SAFETY PARK SUI SOCIAL MEDIA
by